18.05.2014 - Finanziario – Patronage

I limiti posti alla capacità di indebitamento degli Enti, con l’estensione del passivo da conteggiare a quello “prestato” a partecipate o controllate, a fatto sì che nuovi strumenti si affacciassero sul mondo della finanza locale.
 Uno di questi è rappresentato dalla “lettere di patronage”.
 Questo documento altro non è che una raccomandazione finalizzata a rafforzare le garanzie del soggetto che si trova a dover chiedere la concessione di un nuovo finanziamento, o affidamento, oppure stia operando per il rinnovo degli spazi precedentemente concessi.
 Gli attori di questa pratica sono:
 il soggetto dichiarante, denominato PATROCINANTE,
 il soggetto “raccomandato”, identificato come PATROCINATO
 l’istituto bancario o ente creditizio che deve concedere o rinnovare gli affidamenti/finanziamenti.
 Si possono distinguere poi due tipi di operazione differenti:
 patronage debole: in questo caso il patrocinante fornisce informazioni finalizzate a rassicurare il terzo rispetto la solvibilità o la solidità economico-finanziaria del patrocinato,
 patronage forte: il patrocinante riveste un ruolo maggiormente attivo impegnandosi a garantire, se non la solvibilità degli impegni presi dal terzo, almeno le sue condizioni economiche e la capacità di soddisfacimento degli obblighi assunti.

14.05.2014 - SPENDING REVIEW - FASSINO SCRIVE A RENZI: "INSOSTENIBILE UN MILIARDO DI SACRIFICI PER I COMUNI"

‘’Non ci sfugge lo sforzo rilevante che il Governo sta profondendo per rimettere in moto investimenti e sostegno ai redditi e ai consumi. Ma anche nella finanza locale ci sono livelli di ‘sostenibilita’’. Le misure della spending review vanno molto oltre tali livelli’’. Lo scrive il presidente dell’ANCI Piero Fassino, in una lettera indirizzata al presidente del Consiglio Matteo Renzi, chiedendo a questo proposito ‘’un incontro urgente per esaminare la situazione e convenire le misure correttive da introdurre nel decreto in sede di conversione parlamentare’’.

Come gia’ anticipato ieri nel corso di un incontro con il ministro del Tesoro, Fassino ricorda a Renzi che ‘’la realta’ e’ assai diversa dalla vulgata mediatica, secondo la quale ai Comuni e’ stato chiesto un contributo di 360 milioni. A questi – precisa invece Fassino – si devono aggiungere 250 milioni di tagli conseguenti a provvedimenti assunti nel 2012 e 2013 e gravanti su esercizio 2014; 300 milioni preventivamente detratti per un maggiore gettito che deriverebbe da rimodulazione delle agevolazioni su immobili rurali; 100 milioni di tagli al fondo per citta’ metropolitane e province; ulteriori riduzioni di risorse che derivano da altre misure previste nel provvedimento. La conclusione – sottolinea Fassino – e’ che si chiede ai Comuni un contributo non inferiore a 1 miliardo, cifra assolutamente insostenibile’’.

‘’Infine – scrive ancora Fassino – si consideri che la situazione finanziaria dei Comuni e’ ulteriormente aggravata dall’anticipazione di onerosi impegni di spesa – dalle spese per gli uffici giudiziari alle spese per l’emergenza profughi – che lo Stato non onora (nonostante obblighi di legge in materia)’’.

16.05.2014 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori.

Con la circolare n. 8/E del 28 aprile 2014 sono stati dati i primi chiarimenti sull’applicazione del credito (di seguito, “credito”) previsto per l’anno 2014 dall’articolo 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 (di seguito, “decreto”), concernente la “Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati”, a favore dei titolari di reddito di lavoro dipendente e di taluni redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, la cui imposta lorda, determinata su detti redditi, sia di ammontare superiore alle detrazioni da lavoro loro spettanti.

 

Leggi la circolare

 

14.05.2014 - Privacy – Videosorveglianza e luoghi di lavoro

L’art.4 della Legge 300/70 (Statuto dei lavoratori) prevede che i sistemi di videosorveglianza possano essere installati esclusivamente in presenza di un accordo sindacale. In mancanza è necessaria un’autorizzazione della Direzione Provinciale del Lavoro.

Non conta il fatto che le videoriprese sul posto di lavoro siano iniziate soltanto dopo il

Leggi tutto...

15.05.2014 - FISCO LOCALE - FASSINO: “CON SLITTAMENTO TASI A SETTEMBRE PROBLEMI DI LIQUIDITÀ”

L’Anci dice no all’ipotesi di slittamento della Tasi a settembre. Il presidente, Piero Fassino, a margine di un convegno del Cna a Roma spiega che spostare il pagamento del tributo avrebbe delle conseguenze sulla liquidità degli enti locali. “Non sono favorevole perché non ci si pone il problema della liquidità dei Comuni?”, dice Fassino. “Quando fai slittare una data devi porti il problema di che cosa succede ai comuni che hanno programmato i bilanci e servizi sulle date che sono state definite», conclude il presidente Anci. (com/gp)

14.05.2014 - SALARIO ACCESSORIO - FIRMATA LA CIRCOLARE INTERMINISTERIALE

I Ministri Madia, Lanzetta e Padoan hanno firmato la circolare finalizzata ad individuare strumenti destinati a risolvere le criticità che non sono state superate dall’art. 4 del D.L. 16/2014, convertito in Legge n. 68/2014.
Al fine di consentire il riordino e la semplificazione della disciplina in materia di costituzione e utilizzo dei fondi di amministrazione e fornire criteri per la corretta e uniforme attuazione di quanto previsto dalla citata disposizione, il Governo propone la costituzione  di un comitato temporaneo presso la Conferenza Unificata, composto dai rappresentanti delle amministrazioni centrali, regionali e locali, con il compito di fornire in modo tempestivo indicazioni applicative, anche attraverso proposte di disposizioni normative o finalizzate alla redazione di direttive all’Aran, in materia di trattamento retributivo accessorio del personale delle regioni e degli enti locali.
Gli organi di governo degli enti, nelle more della definizione delle indicazioni applicative da parte del comitato temporaneo, potranno effettuare una prima valutazione delle modalità attuative dell’articolo 4 del D.L. 16/2014, al fine di  garantire  la continuità nello svolgimento dei servizi necessari e indispensabili, anche attraverso l’applicazione, in via temporanea e salvo recupero, delle clausole dei contratti integrativi vigenti, ritenute indispensabili a tal fine. (com)

Chi usa l'APP ?

Chi usa l'APP?

.

14.05.2014 - TASI - DELRIO AL CORSERA: “GOVERNO CONTRARIO A PROROGHE, MA DECIDERÀ IL PARLAMENTO”

Intervistato dal Corriere della Sera, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, rimanda al Parlamento qualsiasi decisione sulla Tasi. Ma conferma la contrarietà del governo a qualsiasi proroga.“So  che in Parlamento stanno discutendo di una proroga e decideranno loro. L'opinione del governo è che è una legge vigente e che gli italiani hanno bisogno di tutto tranne che di cambiare regole”.
Delrio si dice comunque sicuro che la nuova tassa sulla prima casa “si rivelerà più leggera e meno complicata dei precedenti regimi” e certo che “avendo messo un miliardo di euro sul sistema-casa si pagherà meno dell'Imu”. (gp)

Sottocategorie