SIGLATO ACCORDO TRA GOVERNO, ANCI E REGIONI

“Coniugare i tempi della pubblica amministrazione con i tempi in cui opera quotidianamente la società, in un’ottica di semplificazione, flessibilità organizzativa e di un alleggerimento degli adempimenti normativi”. Così il presidente dell’Anci, Piero Fassino, parlando a margine dell’accordo sulla riforma della Pa, sottoscritto oggi al ministero degli Affari regionali da Anci, Regioni e ministeri della Semplificazione e degli Affari regionali.

Il documento, che in pratica traccia le linee guida e i criteri per la riforma delle amministrazioni statali, per Fassino tenderà “a favorire un rapporto di maggiore vicinanza e consonanza tra aspettative di cittadini e imprese e la capacità di risposta del sistema dalle amministrazioni pubbliche”. (ef)

Leggi tutto...

Oggi al Senato: Conversione D.L. 66

Conversione in legge del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, recante misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale.

 

Dato che la commissione Bilancio e Giustizia (5° e 6°) non ha terminato nei tempi i propri lavoro, il Senato ha procrastinato a questa mattina (9.30) e oggi pomeriggio (16.00) la conversione del D.L. 66 nel quale ci dovrebbero essere proroga e miglioramenti della normativa Ta.S.I.

 

http://www.senato.it/leg/17/BGT/Schede/Ddliter/44348.htm

 

ANCI: “SOLUZIONE RAGIONEVOLE FRUTTO DI CONDIVISIONE”

Con l’emendamento del governo sulla Tasi, approvato oggi (4 giugno n.d.r.) in Commissione in vista dell’annunciata fiducia di domani alla Camera sul decreto Irpef, si fa ordine sulle prossime scadenze per i Comuni e i cittadini.

Il quadro venutosi a delineare con gli ultimi interventi, dunque, prevede che per i Comuni che abbiano deliberato le aliquote Tasi entro lo scorso 23 maggio, il pagamento dell’imposta, sia per le prime che per le seconde case, sarà versato con una prima rata entro il prossimo 16 giugno, e con una seconda rata a saldo a dicembre.

Leggi tutto...

Tributi – TASI e proroga

Nella giornata di ieri il Governo ha presentato alla Commissione Bilancio e Finanze del Senato un emendamento inerente lo spostamento della scadenza del termine per il pagamento della TASI, per i comuni che non hanno deliberato le aliquote o per i quali le stesse non siano state pubblicate, a ottobre.

Prende quindi ufficialità e concretezza l’azione di slittamento del termine ultimo per il pagamento.

Corsi e ricorsi Tasi. Date e sconforto.

Le date:

 

23 Maggio (e non 31 Maggio): il "primo" termine per la presentazione della delibera e aliquote IUC sul MEF (il sito istituzionale non vale)

 

31 Maggio: validità entro il quale il MEF rende disponibili le Delibere di cui sopra.

 

16 Giugno: acconto TASI (per coloro che hanno approvato le delibere di cui sopra) e IMU

Leggi tutto...

SBLOCCA ITALIA - FASSINO: "PRONTI AD ACCOGLIERE RICHIESTA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO"

‘’Io e tutti i sindaci italiani siamo pronti a raccogliere le richieste del Presidente del Consiglio. In ogni citta' e Comune, infatti, ci sono progetti che, se finanziati, possono decollare in breve tempo contribuendo cosi' al rilancio della crescita e alla creazione di lavoro’’. Lo afferma il presidente dell’ANCI, Piero Fassino, esprimendo apprezzamento per l’annuncio sul provvedimento ‘Sblocca Italia’ da parte del premier Matteo Renzi.

Tributi – TASI ultimi chiarimenti

Con l’avvicinarsi del 16 giugno si moltiplicano i tentativi di fare chiarezza sulla TASI.

Sotto forma di FAQ il Dipartimento delle Finanze ha erogato una serie di puntualizzazioni utili al corretto adempimento del nuovo obbligo tributario.

Si rileva innanzitutto come l’IMU non sia stata sostituita dalla TASI ma resti vigente e costituisca un adempimento obbligatorio per tutti coloro che posseggono immobili assoggettabili all’imposta; questa è infatti stata abolita solo per le abitazioni principali diverse da quelle classificate nella categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

Nel caso in cui l’immobile sia assoggettabile a TASI e a IMU il proprietario avrà il diritto di subire una imposizione derivante dall’applicazione di un’aliquota complessiva che non dovrà essere superiore all’aliquota massima consentita dalla legge statale per l’IMU al 31 dicembre 2013, fissata al10,6 per mille.

Leggi tutto...

TASI - ANCI, BANKITALIA CONFERMA MINOR GETTITO PER COMUNI, GOVERNO VARI MISURE ADEGUATE

I dati elaborati nella relazione annuale della Banca d’Italia,non fanno che confermare quello che l’ANCI ribadisce da tempo: non solo non e’ riconducibile ai Sindaci l’aumento del prelievo fiscale, ma con il nuovo regime di imposizione sugli immobili i Comuni avranno ancora meno risorse a disposizione rispetto al 2012. la stessa analisi infatti conferma che il prelievo è inferiore rispetto all'imu. Proprio per questo motivo, ANCI ritiene che non siano più rinviabili misure adeguate da parte del Governo che innanzitutto restituiscano ai Sindaci autonomia impositiva e facciano definitivamente tramontare la stagione di continui e pesanti tagli. Va inoltre garantita ai Comuni la rapida erogazione del Fondo di solidarietà comunale, al fine di compensare i minori introiti derivanti dal regime Tasi e garantire cosi’ ai cittadini il proseguimento dell’erogazione dei servizi fondamentali, con gli stessi standard qualitativi minimi che i sindaci hanno garantito fino a oggi.

Sottocategorie